Paola Dubini a “Il bello dell’Orrido”

Con la cultura si mangia. La scommessa dei borghi più belli d’Italia


Sabato 25 giugno 2022. Ore 18.30 (ore 16.30 visite guidate)
IL BELLO DELL’ORRIDO. Spavento, stupore, meraviglia.
Incontri d’autore vistalago a Bellano a cura di Armando Besio

Cinema di Bellano (Via Roma, 3)
Ingresso libero.

Paola Dubini è la protagonista del prossimo incontro della rassegna “Il bello dell’Orrido” sabato 25 giugno (ore 18.30) al cinema di Bellano (Lecco).

Nel sesto appuntamento della rassegna promossa da ArchiViVitali e dal Comune di Bellano, il curatore Armando Besio dialoga con Paola Dubini partendo dal saggio “Con la cultura non si mangia. Falso!” (Laterza) cercando di sconfiggere alcuni tra i molti pregiudizi circa il mancato valore reale e tangibile della sfera culturale, macro-area che abbraccia arti performative, digitali, editoriali, musicali. Il dibattito a Bellano trova una eco perfetta: la credenza errata ma ormai consolidata nel pensiero comune circa l’immaterialità della cultura è ben supporta anche da tante affermazioni che sentiamo ripetere: “Dietro la cultura non c’è attività d’impresa”, “La cultura non serve”, “Il lavoro culturale non paga”.

Eppure, è possibile invertire questa tendenza radicata facendo conoscere la cultura e le sue potenzialità, illustrandone i suoi lati occupazionali, le sue branche, i suoi numeri, i suoi successi economici.
La presenza di Paola Dubini sarà anche l’occasione per anticipare le linee generali del progetto “Bellano Museo Diffuso”. Sarà il sindaco Antonio Rusconi a raccontare il processo di trasformazione già in corso da alcuni anni nel paese che ha dato i natali a scrittori e artisti illustri e che prevede la connessione di diversi luoghi del paese per indurre il visitatore a vivere un’esperienza personale immersiva e sinestetica nell’arte, nella natura, nella storia, nella spiritualità.

Paola Dubini è professoressa di Management all’Università Bocconi di Milano e visiting professor all’IMT di Lucca. I suoi interessi di ricerca e professionali riguardano le condizioni di sostenibilità delle organizzazioni culturali, i processi trasformativi legati alla cultura e gli assetti di governo per la cultura. Siede nel cda di diverse organizzazioni culturali e imprese; è presidentessa di fondazione CRT – Triennale teatro e Vicepresidente del Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci. Tra le sue pubblicazioni, Voltare pagina? Le trasformazioni del libro e dell’editoria (Pearson 2013), Institutionalising fragility. Entrepreneurship in cultural organisations (a cura di, Fondazione Feltrinelli 2016) Management delle aziende culturali (con F. Montanari e A. Cirrincione, Egea 2017) e Con la cultura non si mangia. Falso! (Laterza 2018).

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Incontro con ingresso gratuito
Per info: www.archivivitali.org

IL BELLO DELL’ORRIDO
È una rassegna culturale, a cura di Armando Besio, nata nel 2019 in collaborazione con ArchiViVitali e il Comune di Bellano, sulla suggestione suscitata dalla profonda gola – scavata dal fiume Pioverna – che rappresenta a Bellano un’attrazione naturale. L’orrido è circondato dall’alone di mistero delle rocce ripide e dalla bellezza naturale e selvaggia del luogo, vera “calamita” per il visitatore di ieri e di oggi. Allo stesso modo, scrittori e artisti da sempre sono stati affascinati dalle acque tumultuose del fiume che nel corso dei secoli hanno modellato gigantesche marmitte e suggestive spelonche, complice il cupo rimbombo delle acque e dalle vertiginose pareti di roccia.

Il paesaggio naturale di Bellano ben si lega dunque al concetto artistico e filosofico di “sublime”: proprio per raccontare questo senso di stupore e inquietudine con diverse angolature, gli incontri hanno avuto nomi di eccellenza in campi diversi: Cristina Dell’Acqua, Marco Belpoliti, Maurizio Bono, Mario Botta, Giordano Bruno Guerri, Gioele Dix, Edoardo Erba, Chiara Gatti, Andrea Kerbaker, Stefano Zuffi. Il pubblico si è sempre più appassionato, tanto che gli incontri sono proseguiti on line nel periodo più difficile (con Severino Salvemini ed Emilio Isgrò).

BELLANO
Negli ultimi anni Bellano ha intrapreso un percorso di rinnovamento che lo ha trasformato in un nuovo polo culturale del lago di Como, richiamando non solo escursionisti e turisti, ma anche appassionati della cultura e dell’arte: accanto ai riconoscimenti come uno dei “Borghi più belli d’Italia” e “Bandiera arancione del Touring”, ha infatti ricevuto la qualifica di “Città che legge” dal Ministero per i Beni e le Attività culturali proprioin virtù delle politiche territoriali di promozione della lettura come valore riconosciuto e condiviso. In questo solco, è nata la rassegna di incontri “Il bello dell’Orrido”. 

Prima di ogni incontro, ArchiViVitali organizza visite guidate ai siti culturali di Bellano e alle mostre in corso. 

PROGRAMMA VISITE
Prima dell’incontro con Paola Dubini (ore 18.30), alle 16.30 è possibile prenotare (via mail: archivivitali@gmail.com) la visita guidata alla mostra di Carlo Borlenghi “LAGO DI COMO” allo Spazio San Nicolao, alla Chiesa di San Rocco e alla mostra “LE MASCHERE” di Giancarlo Vitali spazio sede degli ArchiViVitali.

IL CURATORE: ARMANDO BESIO
Genovese di nascita, giornalista, si è laureato in Storia dell’Arte con il professor Corrado Maltese presso l’Università di Genova, è stato cronista del Secolo XIX, inviato speciale del Lavoro, caposervizio del Venerdì di Repubblica e delle pagine culturali milanesi di Repubblica. Collabora con Il Venerdì di Repubblica, la Milanesiana di Elisabetta Sgarbi, e il Circolo dei Lettori di Milano diretto da Laura Lepri. Ha ideato e dirige da 15 anni il festival “ZelbioCult – incontri d’autore su quell’altro ramo del lago di Como”.

La rassegna è realizzata da ArchiViVitali e Manzoni22, in collaborazione con il Comune di Bellano e grazie al sostegno di Orrido di Bellano, Torneria Automatica Alfredo Colombo.

Rispondi

Create a website or blog at WordPress.com

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: