GIANCARLO VITALI. TIME OUT
dal 5 luglio al 24 settembre 2017

RASSEGNA STAMPA

Chiude con 40.000 visitatori la mostra che a sorpresa ha saputo animare l’offerta culturale milanese durante i mesi estivi.

Dal 5 luglio al 24 settembre il Comune di Milano – Cultura ha dedicato a Giancarlo Vitali (Bellano, 1929) un grande progetto espositivo che ha permesso a milanesi e non di conoscere l’opera di un maestro del Novecento italiano. Quattro fra le più importanti sedi museali cittadine hanno ospitato le cinque mostre che ne hanno raccontato la vita e il lavoro. Sono stati 38485 i visitatori che hanno scoperto la pittura di Giancarlo Vitali approfondendo in ogni sede diverse tematiche, stili e tecniche artistiche.
Giancarlo Vitali, in meno di tre mesi, ha saputo conquistare un pubblico ampio e trasversale, attento alla qualità artistica delle esposizioni piuttosto che attratto alla notorietà dei nomi proposti. Una conferma per alcuni e una scoperta per altri, e comunque una sorpresa per il pubblico milanese che ha avuto così modo di scoprire un universo artistico ricchissimo, formatosi in 88 anni di vita e di esperienza e finalmente rappresentato per epigoni in questa mostra di grande successo, anche per la critica più severa, che ha sancito definitivamente il grande valore d’artista di Giancarlo Vitali” – ha affermato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.
Palazzo Reale ha ospitato la grande antologica curata dal figlio Velasco, artista egli stesso, che con 200 opere accompagnava il visitatore in un viaggio di oltre settant’anni che partiva dai primi dipinti degli anni Quaranta, già apprezzati da Carlo Carrà, passando per le opere degli anni Ottanta e Novanta, esaltate da Giovanni Testori, fino all’ultima e inedita produzione. Il viaggio proseguiva a Casa del Manzoni dove le opere di Giancarlo hanno preso vita grazie all’allestimento di Peter Greenaway, il grande regista inglese che condivide con il pittore lombardo la riflessione sui temi della vita e della morte. “Mortality with Vitali: Father&Son” era il titolo dell’intervento installativo nella Casa museo, che interpretava l’incontro tra Vitali e Manzoni attraverso la “messa in scena” di una vera e propria Wunderkammer, una raccolta enciclopedica ma di umili origini che richiamava il contenuto dei dipinti e introduceva suggestivi collegamenti tra realtà e rappresentazione. Un’ampia selezione di opere di Giancarlo Vitali era esposta negli ambienti reinterpretati della casa privata del Manzoni attraverso tre nuclei tematici: vita, malattia, morte.
Al Castello Sforzesco, un’installazione di Velasco Vitali in Sala Viscontea introduceva il visitatore nell’universo artistico dell’incisione del maestro di cui erano esposti 150 fogli con un insolito allestimento in orizzontale. In occasione della mostra “Time Out”, la Sala Achille Bertarelli ha inoltre esposto una selezione preziosa e ragionata di incisioni provenienti dagli Archivi delle Civiche Raccolte. Il nucleo di opere esposte al Museo di Storia Naturale era invece dedicato a “Le forme del tempo”, cioè ai fossili e ai ritrovamenti geologici: una selezione dell’immenso corpus realizzato da Vitali nel 1991 in occasione del centenario della morte dell’Abate Antonio Stoppani, geologo e Direttore del Museo di Storia Naturale dal 1882 al 1891.
Vitali per settant’anni ha avuto come unico fine e scopo quello di dipingere, indifferente alle mode, sempre fedele alla storia e al luogo da cui la sua pittura proviene. La sua universalità risiede proprio in questo: nell’essere rimasto sempre devoto alla sua identità e alla pittura. Se dopo l’incontro avvenuto nel 1983 con Giovanni Testori, Giancarlo è rimasto volontariamente ai margini del sistema dell’arte definendosi sempre un outsider, dopo il successo di questa mostra entra a farne parte a pieno titolo.


COMUNICATO STAMPA

Dal 5 luglio al 24 settembre 2017 il Comune di Milano – Cultura dedica a Giancarlo Vitali (Bellano, 1929) un grande progetto espositivo su più sedi che ha il suo cuore a Palazzo Reale con la prima grande antologica di un maestro del Novecento italiano.
Promosso e prodotto dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale, Casa del Manzoni e ArchiViVitali,“Giancarlo Vitali. Time Out” è curato da Velasco Vitali, figlio di Giancarlo e artista egli stesso, e coinvolge quattro sedi espositive milanesi: a ciascuna il compito di raccontare la poetica di Vitali da un punto di vista differente.

Palazzo Reale, la più prestigiosa sede espositiva di Milano, ospita la grande antologica che con 200 opere delinea un percorso espositivo diviso in dieci sezioni tematiche che coprono tutto l’arco della produzione di Giancarlo Vitali.  Attraverso una rilettura critica dell’intero percorso dell’artista, “Giancarlo Vitali. Time Out” accompagna il visitatore in un viaggio di oltre settant’anni che parte dai primi dipinti degli anni Quaranta, già apprezzati da Carlo Carrà, passando per le opere degli anni Ottanta e Novanta, esaltate da Giovanni Testori, fino all’ultima e inedita produzione.

Al Castello Sforzesco, un’installazione di Velasco in Sala Viscontea introduce il visitatore nell’universo artistico dell’incisione di Giancarlo Vitali di cui sono esposti 150 fogli con un insolito allestimento in orizzontale. In occasione della mostra “Time Out”, la Sala conferenze Bertarelli espone una selezione preziosa e ragionata di incisioni provenienti dagli Archivi delle Civiche Raccolte.

Il viaggio prosegue al Museo di Storia Naturale con un focus tematico dedicato a “Le forme del tempo”, cioè ai fossili e ai ritrovamenti geologici. Il nucleo di opere esposte è stato realizzato da Vitali nel 1991 in occasione del centenario della morte dell’Abate Antonio Stoppani, geologo e Direttore del Museo di Storia Naturale dal 1882 al 1891.

L’allestimento in Casa del Manzoni è a cura di Peter Greenaway, il grande regista inglese che condivide con il pittore lombardo la riflessione sui temi della vita e della morte. “Mortality with Vitali” è infatti il titolo dell’intervento installativo nella Casa museo, che interpreta l’incontro tra Vitali e Manzoni attraverso la “messa in scena” di una vera e propria Wunderkammer, una raccolta enciclopedica ma di umili origini che richiama il contenuto dei dipinti – gli elementi di storia naturale, le apparenze borghesi e l’arredo d’ospedale – e introduce suggestivi collegamenti tra realtà e rappresentazione.
La fonte bibliografica fondamentale è il manoscritto di Antonio Balbiani ritrovato dallo scrittore Andrea Vitali in cui vengono analizzati, con minuzia di particolari, la malattia e il processo di mummificazione del grande scrittore lombardo, nel tentativo di vincere la caducità della natura con la tecnica e di preservare intatto un corpo che è anche memoria collettiva.  Un’ampia selezione di opere di Giancarlo Vitali è esposta negli ambienti reinterpretati della casa privata del Manzoni.

La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Skira.

Il progetto e gli allestimenti sono a cura di Studio C14; gli allestimenti speciali sono firmati Alexander Bellman e Romeo Sozzi.

“Giancarlo Vitali. Time Out” è stata realizzata grazie al sostegno di Almag, Azimut Wealth Management, Bellavista, Torneria Automatico Alfredo Colombo e la partecipazione di Broker Insurance Group, Paola d’ArcanoParkHyatt Milano, Studio Borlenghi, Antiqua Pizzi e Ricami e Sartoria Teatrale Arrigo. A Casa del Manzoni l’allestimento è stato coordinato da Lo Scrittoio.


ORARI E ACCESSI

PALAZZO REALE
www.palazzorealemilano.it
Lunedì dalle 14.30 alle 19.30
Martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30
Giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30
(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)
Ingresso libero

CASTELLO SFORZESCO
www.milanocastello.it
Martedì – domenica dalle 9.00 alle 17.30
(ultimo ingresso 17.00)
Ingresso libero

MUSEO DI STORIA NATURALE
www.comune.milano.it/museostorianaturale/
Martedì – domenica dalle 9.00 alle 17.30
(ultimo ingresso 17.00)
Ingresso libero

CASA DEL MANZONI
www.casadelmanzoni.it
Martedì – mercoledì – venerdì dalle 10.00 alle 18.00
Giovedì 7 – 14 – 21 settembre dalle 10.00 alle 22.30
Sabato dalle 14.00 alle 18.00
(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)
Ingresso: 5 euro


BELLAVISTA TIME  OUT

Visite a Casa del Manzoni con l’autore e presentazioni di libri con aperitivo

7 settembre | Peter Greenaway . Velasco Vitali – invito
14 settembre | Mauro Novelli . Andrea Vitali . Velasco Vitali – invito
21 settembre | Giancarlo Consonni . Franco Loi . Angelo Stella – invito


RISORSE

Φ      Cartella stampa _ Giancarlo Vitali.Time out

Φ      Press Kit _ Giancarlo Vitali.Time out

Φ      Giancarlo Vitali. Time out _ immagini/images


UFFICIO STAMPA

MOSTRA | CINQUESENSI

Eleonora Galli 333.8443814
stampa@cinquesensi.it

COMUNE DI MILANO

Elena Conenna
elenamaria.conenna@comune.milano.it

INFO
www.palazzorealemilano.it . www.giancarlovitali.com . www.archivivitali.org

SOCIAL
Facebook Giancarlo Vitali . Facebook Archivivitali . Instagram