Ritratto di famiglia

2di Giorgio Terruzzi
ICON PANORAMA

Il pittore Velasco Vitali mette in mostra le opere del padre, Giancarlo. E lo racconta a Icon in un viaggio psico-artistico.

«Il quadro che chiude la mostra è una tavola. La usavo come sostegno per le mie tele e la utilizzai per dipingere il ritratto di mio padre. Il supporto della pittura per ritrarre un pittore. Tempo dopo, sul retro di quella stessa tavola, dipinsi il mio autoritratto. Credo sia una sintesi del dialogo che esiste tra me e lui e, al tempo stesso, un indizio possibile per chi guarda». Un indizio, altroché.
Velasco Vitali ha l’espressione di chi attraversa una tensione da sala parto. Amore e dolore come passaggio necessario. È lui a curare la grande mostra antologica che si inaugura a Palazzo Reale di Milano il 5 luglio. Protagonista: Giancarlo Vitali, grande pittore lombardo, finalmente raccontato davvero e nel profondo. Il titolo Time Out indica gioco fermo, una sospensione per immaginare, accogliere e rivedere un tempo di lavoro lungo 70 anni. Con tre mostre dislocate attorno all’antologica (i fossili al Museo di Storia Naturale, le incisioni nella Sala Viscontea del Castello Sforzesco; la malattia a Casa Manzoni). Sì, ma qui, come da indizio, appunto, abbiamo a disposizione un viaggio sovrapposto, più complesso. Una storia multistrato, densa. Giancarlo è del 1929 (29 novembre); Velasco è del 1960 (25 agosto). Non sono semplicemente padre e figlio. Sono entrambi artisti affermati, lontani all’apparenza, alla vista delle opere; vicinissimi nelle connessioni occulte. Nodi e scivoli di una convivenza naturale e doppia che diventano un ulteriore strumento di lettura nel momento in cui è Velasco a curare la messa in mostra delle opere del padre. Continua a leggere Ritratto di famiglia

Da Chagall a Salvador Dalì. Nella Croce la bellezza dell’arte

6cljbkrmlelcnjdk9mj3l6569720170410110730di Gianfranco Colombo
LA PROVINCIA

L’inaugurazione della mostra stamattina alla Galleria Bellinzona. Si potranno ammirare cinquanta opere: dipinti, incisioni e sculture

La Galleria Bellinzona inaugura oggi alle 11,30, la mostra “Nella Croce la bellezza dell’Arte”: cinquanta opere, tra dipinti, incisioni e sculture, realizzate da ventisette artisti diversi. Una proposta per celebrare la Pasqua cristiana, che continua il percorso iniziato lo scorso anno con “Sacre conversazioni: le croci dipinte di Giuliano Collina”. Protagoniste della proposta della Galleria sono le opere di 27 artisti, cominciando da quella “Via Crucis” di Giancarlo Vitali che ha segnato in qualche modo l’esordio di Oreste Bellinzona a Lecco, passando per Sora, Villa e Rauzi – per restare nella “lecchesità” -, e proseguendo con autori italiani e stranieri tra cui Chagall, Dalì, Sutherland e Roualt, Casorati e Sironi, Bodini, Manzù e Testori.

Continua a leggere Da Chagall a Salvador Dalì. Nella Croce la bellezza dell’arte

L’arte e il turismo. Bellano si scopre “piacevole sorpresa”

2017-03-03-la-provincia-di-leccodi Mario Vassena
LA PROVINCIA

Bellano. L’assessore Parolini si dice meravigliato per il progetto dell’ex Cotonificio

Bellano ovvero “il paese degli artisti” così è stato presentato all’assessore regionale allo sviluppo economico e al turismo Mauro Parolini in visita nell’Alto lago, accompagnato dal consigliere regionale Mauro Piazza. Dopo la visita del paese ed ai suoi tesori, il sindaco Antonio Rusconi ha presentato le diverse pecualirità locali come l’Orrido, il Santuario di Lezzeno, la “Pesa Vegia”, il “Sentiero del Viandante” e si è soffermato sul fertile terreno culturale del paese che da sempre dà un valore di unicità a Bellano e può contare, tra gli illustri rappresentanti odierni, gli artisti Giancarlo Vitali, Velasco Vitali e Danilo Vitali, lo scrittore Andrea Vitali e il musicista e maestro Roberto Gianola.
Continua a leggere L’arte e il turismo. Bellano si scopre “piacevole sorpresa”

Nasce ArchiViVitali: tre archivi per tre autori

LEGGERE TUTTI

ArchiViVitali è un’associazSchermata 2017-01-16 alle 11.29.52.pngione a carattere culturale e senza fini di lucro che ha l’obiettivo di conservare, tutelare, promuovere il nome e l’opera di tre autori che condividono lo stesso cognome e il luogo di nascita: lo scrittore Andrea Vitali,  il pittore e incisore Giancarlo Vitali, il pittore e scultore Velasco Vitali, tutti residenti a Bellano, sulla sponda orientale del Lago di Como.
L’associazione ha come prima finalità l’organizzazione di tre archivi distinti che raccolgano tutta la documentazione conosciuta e disponibile intorno alla vicenda letteraria e artistica dei singoli autori. Continua a leggere Nasce ArchiViVitali: tre archivi per tre autori

La Scala e ArchiViVitali alleati per la tutela e la promozione dell’arte

1DIRITTO24.IL SOLE 24 ORE.COM

La Scala Studio Legale si mette, ancora una volta, al servizio della cultura. E lo fa offrendo le sue competenze alla nascita di un progetto volto a tutelare e promuovere il nome e le opere di tre artisti che condividono il cognome e i natali in un luogo magico: Bellano, sul Lago di Como. Il Senior Partner Giuseppe La Scala insieme con Mirko Orsi (da tempo Presidente dell’Archivio Dorazio) e Daniele Majorana, ambedue del Team Tax dello Studio, hanno infatti curato la creazione di ArchiViVitali, un progetto innovativo che riunisce il pittore e incisore Giancarlo Vitali, il pittore e scultore Velasco Vitali e lo scrittore Andrea Vitali. Continua a leggere La Scala e ArchiViVitali alleati per la tutela e la promozione dell’arte